Sport e alimentazione sana: i segreti per combattere il gonfiore addominale

Alzi la mano chi non ha mai sofferto, almeno una volta, di gonfiore addominale!

Che si tratti di un periodo fortemente stressante, uno in cui si pratica poco sport o in cui si è spesso fuori e si mangiano dei bocconi al volo iper calorici che sostituiscono i veri pasti, non importa.  Il gonfiore addominale è un po’ come il Natale, quando arriva, arriva, e spesso nei momenti meno opportuni.

Gonfiore addominale come combatterlo

Avere la “pancia gonfia” è un sintomo di cui tutti, più volte nella vita, abbiamo fatto esperienza. Per risolverlo il segreto è quello di agire sullo stile di vita.

Gonfiore addominale come contrastarlo con il cibo?

Innanzitutto, dovere sapere  sapere che l’aria nella pancia (quindi la sensazione di pancia gonfia e che tira) è spesso un disturbo di chi soffre di irregolarità intestinale. Un rallentamento del transito intestinale ed il conseguente squilibrio dei processi fermentativi fisiologici della microflora intestinale.

Le cause sono spesso dovute a una vita sedentaria, a periodi di stress e tensioni, all’uso di farmaci e, soprattutto, a una cattiva ed irregolare alimentazione.

Per eliminare questo fastidioso problema e ridurre anche il gonfiore addominale, dal punto di vista alimentare, è necessario evitare di consumare pasti troppo abbondanti, mangiare troppo velocementebere continuamente durante il pasto, intavolare conversazioni tra un boccone e l’altro.

Ovviamente il consiglio è anche quello di prediligere cibi di qualità, mangiare tanta verdura e tanta frutta e diminuire il consumo di carboidrati e zuccheri.

In generale, è opportuno ricorrere ad una alimentazione poco elaborata, consumare pasti più numerosi, ma meno abbondanti, e associare il tutto ad abitudini comportamentali corrette. Per cui, sarebbe preferibile mangiare lentamente e in silenzio, bere lontano dai pasti e assumere una postura corretta.

Gonfiore addominale come contrastarlo con lo sport?

La gastroenterologia comportamentale è una nuova scienza interdisciplinare che nasce con lo scopo di comprendere l’impatto del nostro stile di vita e di alcuni fattori psicologici sulla funzionalità dell’apparato digerente. Sappiamo infatti che ripristinata l’alimentazione, un altro fattore scatenante del gonfiore addominale è la vita sedentaria. Se una volta migliorata l’alimentazione e l’aver avviato una routine sportiva non basta, per eliminare questa sensazione, il consiglio è quello di affidarsi ad un buon proctologo Milano.

Ad ogni modo, secondo alcune ricerche, emerge come tra i soggetti che si mantengono in forma, allenandosi regolarmente (almeno 30 minuti al giorno), vi è una minore incidenza di gonfiore e problemi legati all’intestino pigro. In sostanza, l’esercizio fisico è una componente che andrebbe tenuta in considerazione nell’ambito delle azioni mirate a contrastare questo genere di problematiche.

Mantenersi allenati fa bene al nostro intestino anche per molti altri motivi. L’esercizio fisico infatti, accompagnato ad una dieta ricca di fibre (quindi contenente alimenti come frutta, verdura, legumi e cereali integrali), aiuta ad accrescere la diversità microbica intestinale.

In tal senso, studi recenti suggeriscono che una maggiore attività fisica sia correlata ad un incremento della varietà di specie microbiche salutari per il nostro intestino.

Ovviamente questi sono  solo dei consigli per migliorare la sensazione di gonfiore addominale tramite un’alimentazione sana e l’attività sportiva, ma ci sono casi in cui è bene rivolgersi ad un medico e richiedere un parere a seconda dei sintomi e delle necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *