Microblade sopracciglia: consigli per averle perfette

Microblade sopracciglia cosa devi sapere

Microblade sopracciglia, tecnica pelo a pelo, sfumato o 3D. Scopriamo insieme i segreti dietro a delle sopracciglia perfette!

Cosa sai del microblade sopracciglia? Avere delle sopracciglia ben definite è importante. Soprattutto se si desidera rendere protagonista lo sguardo e a maggior ragione se si vuole avere un look naturale e fresco.

Uno dei metodi più popolari per definire la propria arcata sopraccigliare è il microblade sopracciglia. Una tecnica di trucco semipermanente (realizzato con un apposito strumento), durante la quale viene inserito un pigmento colorato negli strati superiori della pelle, che conferisce volume e forma alle proprie sopracciglia.

La tecnica del microblade sopracciglia (chiamato anche microblanding) è sempre più diffusa e rappresenta uno dei principali segreti di bellezza delle donne di oggi.

Con il termine microblading si fa riferimento ad un vero e proprio trattamento estetico simile al tatuaggio. Grazie al quale è possibile correggere la maggior parte dei difetti estetici delle sopracciglia. Si chiama microblade sopracciglia perché il trattamento prevede l’intervento con uno strumento che presenta micro lame (dall’inglese micro blade). Questo strumento crea tante piccole incisioni nella pelle. All’interno di queste verrà poi inserito il pigmento di colore a seconda del proprio colore dei capelli naturale.

Il microblading è una tecnica nata e diffusa in Usa e arrivata in Italia all’inizio degli anni 2000. Tuttavia, è solo negli ultimi anni, con il ritorno del trend delle sopracciglia lasciate al naturale, che si sta diffondendo. Scopriamo insieme cosa c’è da sapere su questa tecnica per avere delle sopracciglia perfette!

Microblade sopracciglia: la tecnica

Se vuoi sottoporti ad una seduta di microblade sopracciglia, per prima cosa, devi sapere che esistono due tecniche per tatuare le sopracciglia.

La prima è quella del tatuaggio tradizionale, cioè pieno (caratterizzato da un tratto unico) e definitivo (duraturo nel tempo, tanto quanto un tatuaggio tradizionale).Le sopracciglia realizzate con questa tecnica sono cariche di colore, la loro forma è netta e la loro linea precisa. L’effetto finale è poco naturale.

Questa tecnica veniva utilizzata negli anni ’90 e nei primi anni 2000 (sia in Usa che in Italia). Angelina Jolie e Gwen Stefani sono uno dei tanti esempi di sopracciglia tatuate con la tecnica tradizionale che, oltre a conferire un’aspetto artificiale, indurivano lo sguardo.

Microblade sopracciglia tecnica anni 90

La seconda tecnica è quella della micropigmentazione o delle sopracciglia tatuate con la tecnica “pelo a pelo”. Sfumata o ad effetto 3D, che negli ultimi tempi sta andando per la maggiore.

A differenza della prima tecnica, quest’ultima, del pelo a pelo, mira a riprodurre le proprie sopracciglia naturali disegnando appunto i singoli peletti: uno a uno. I tratti sono superficiali, delicati e sottilissimi. I peli inoltre, proprio perché devono andare a riprodurre l’effetto del pelo naturale, non hanno tutti la stessa angolazione e direzione. Con la tecnica del microblade sopracciglia sembrano davvero naturali e autentici!

Microblade sopracciglia tecnica pelo a pelo

Ma come funziona?

La risposta è semplice. Il microblading alle sopracciglia viene eseguito con uno strumento manuale che consente di intervenire con la massima precisione.

E’ una sorta di penna caratterizzata da una lama inclinata alla cui estremità sono posti diversi aghi sottilissimi. Questi aghi non penetrano nella pelle a fondo ma producono piccoli graffi in superficie nella zona della sopracciglia. In queste piccole incisioni provocate dalle micro lame (da cui il termine inglese, micro blade, significato di microblading ) si va poi ad inserire il pigmento di colore.
Con questa tecnica si è in grado di costruire l’arcata sopraccigliare in maniera naturale e delicata.

Solitamente per avere un effetto soddisfacente e naturale il tatuaggio viene realizzato nel giro di due sedute. Durante la prima seduta, che avrà una durata di 2-3 ore, il professionista studierà insieme a te la forma più adatta per il tuo viso e sceglierà il giusto colore. Inizierà a disegnare la nuova arcata sopraccigliare e, una volta avuta la tua approvazione, passerà ad effettuare il tatuaggio.

Trascorsi 30 giorni, sarà possibile effettuare la seconda seduta del trattamento. Quest’ultima seduta avrà una durata che varia dai 30 ai 45 minuti. Prevede il riempimento di eventuali buchetti e il ripasso del tatuaggio se, nel corso delle settimane, ha assunto un colore diverso.

Tatuaggio sopracciglia come funziona

Quando è indicato fare il microblading alle sopracciglia?

Le sopracciglia sono una delle parti più importanti del viso e possono rendere attraente o meno un volto. Grazie a questa tecnica si possono correggere molti dei principali difetti in quanto si va a ottenere un effetto camouflage delle sopracciglia.

Il microblading è pensato principalmente per tutte quelle donne che vogliono correggere la forma e i difetti delle proprie sopracciglia. O che semplicemente hanno il desiderio di un rimedio duraturo nel tempo così da non doversi sottoporre quotidianamente a sedute di ore ed ore di trucco. In particolare il microblading è indicato nei casi in cui:

  • le sopracciglia sono rade e occorre un riempimento;
  • sono presenti cicatrici e non cresce più il pelo;
  • la forma delle sopracciglia non è in armonia col volto;
  • dopo anni di pinzette i peli delle sopracciglia hanno smesso di crescere;
  • le due sopracciglia non sono simmetriche tra loro;
  • si vuole evitare di ricorrere al makeup e quindi all’uso di ombretti, matite, prodotti in crema e mascara per sopracciglia;
  • si vuole avere sopracciglia perfette in ogni occasione.

Quanto dura il tatuaggio alle sopracciglia?

Tra le domande più frequenti in fatto di microblade sopracciglia c’è quella della durata. Trattandosi di un intervento di trucco permanente – semipermanente, tenderà ad essere visibile sul viso per alcuni mesi o per alcuni anni.

Ovviamente, per essere perfetto, il tatuaggio ha bisogno di essere periodicamente ripreso. I pigmenti alla lunga tendono a sbiadire e le sopracciglia torneranno, un po’ alla volta, com’erano in natura (mostrando quindi eventuali difetti).

Gli effetti della durata del microblandig non è uguale per tutti. Dal momento che si tratta di un trattamento soggettivo, dipende molto dalla tipologia di pelle e dal tipo di pigmento che viene utilizzato dal professionista.

Tuttavia, può durare fino a 12-24 mesi. Ma, se vuoi farlo durare di più, il consiglio è quello di riprenderlo periodicamente (ogni 4 o 5 mesi) come se fosse un tatuaggio.

Quali sono i rischi?

Di fondamentale importanza è la scelta del giusto professionista. Perché se la procedura del microblanding non viene eseguita in modo corretto il rischio è quello che il pigmento di colore vada troppo sotto pelle, in profondità. In questo caso potrebbe provocare un effetto pelle morta che tende a staccarsi dopo poche settimane. Per non parlare del fatto che l’operatore potrebbe utilizzare dei pigmenti non adatti al viso. Questi ultimi col tempo potrebbero virare al rosso, al blu e al grigio. Conferendo al volto un aspetto artificiale e innaturale.

Per questo motivo, prima di sottoporsi ad un trattamento di microblading è fondamentale che il professionista fornisca una consulenza preparatoria. E che spieghi come eseguirà il trattamento. Per farlo è di fondamentale importanza un approccio personalizzato. Dallo studio della tipologia di pelle del paziente, alla scelta del pigmento fino alla scelta del tipo di trattamento da intraprendere.

Tecnica Microblading

Quanto costa il microblade sopracciglia?

Questo trattamento di bellezza è abbastanza oneroso, come quasi tutti gli altri trattamenti di bellezza di un certo pregio.

Il costo può variare dai 300 euro ai 700 euro. Per la semplice ripresa la cifra varia tra i 150 euro e i 300 euro. Da cosa dipende il costo?

A fare la differenza c’è sicuramente la bravura del dermopigmentista che interviene. Come sempre, vale il discorso del più è bravo il professionista più sarà pagato.

Il che è vero solo in parte perché può succedere di rivolgersi a dermopigmentisti che richiedono cifre elevate ma che non andranno poi a garantire un risultato perfetto. D’altra parte, non è detto che professionisti meno noti, e di conseguenza più economici, debbano necessariamente essere meno bravi.
Il consiglio è quello di ricordarsi che il microblanding è un trattamento delicato. Che non può essere applicato da una estetista ordinaria e che richiede conoscenza affinate oltre che il ricorso di sostanze e strumenti specifici. Diffida quindi da professionisti che propongono interventi di microblading a cifre troppo basse. E soprattutto di chi non ha un portfolio aggiornato con tutti i lavori effettuati!

Tatuaggio alle sopracciglia: quanto è doloroso?

C’è chi dice che è completamente indolore chi invece che sembra di avere appena ricevuto un pugno in un occhio. Ma, qual è la verità? Come per tutte le cose, la verità è nel mezzo: il dolore è soggettivo!

Il microblading infatti di per sè non è doloroso, quello che si sente durante la seduta è al massimo una sensazione di fastidio. Anche quando il trattamento sarà terminato, non si avranno particolari segni, solo un lieve rossore e gonfione nella zona delle sopracciglia.

Come indicato anche dal dermopigmentista, una volta terminato il tatuaggio occorre trattare la zona dell’intervento con una crema apposita (tipo vasellina). Nel giro di una settimana i rossori tenderanno a sparire.

La fase del post intervento è molto delicata e fondamentale per un risultato finale ottimale. Una volta eseguito il microblanding o microblade sopracciglia è fondamentale prendersene cura con pazienza certosina così da ottenere un risultato estetico perfetto.

Il post microblade: cosa aspettarsi?

Immediatamente dopo il trattamento, la zona delle sopracciglia apparirà arrossata e gonfia e nei giorni successivi potrebbero comparire piccole crosticine.

Per curare il tatuaggio è di estrema importanza mantenere sempre idratata la zona per almeno due settimane. Puoi idratarla con la crema apposita ogni 2 ore.

Per quanto concerne la pulizia, puoi lavare la zona con molta attenzione utilizzando un batuffolo di cotone imbevuto con della semplice acqua di rubinetto. Devi solo fare attenzione a non rimuovere le crosticine ma aspetta che queste cadano da sole. Con la massima cura e attenzione ai comportamenti quotidiani il tatuaggio nel giro di 15 giorni sarà guarito e preservato al meglio.

Molto importante è non esporsi al sole perché altrimenti c’è il rischio che il colore viri al rosso o che schiarisca prima del tempo. Solitamente i professionisti consigliano di evitare di esporsi al sole prima dei 60 giorni post intervento. Il mio consiglio è quello di pensare di sottoporsi al microblade sopracciglia durante i mesi autunnali e invernali. In questo modo si ha più tempo per far guarire il tatuaggio prima dell’esposizione al sole estivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *