Capelli secchi e crespi? Ecco come farli rinascere

Capelli secchi come nutrirli

A forza di tinte, decolorazioni, trattamenti, phon, piastre, anche i tuoi capelli sono diventati crespi e ingestibili? Vorresti nutrirli e renderli docili, setosi e lucenti? Segui i nostri consigli: ti suggeriamo ben quattro modalità (che puoi testare singolarmente oppure integrare tra loro) per farli rinascere. In poche settimane, i tuoi capelli saranno più belli e forti: nutriti, idratati, lucidi e morbidi.

Ahhhh questi capelli secchi, che tortura! Crespi, svolazzanti e opachi, non stanno mai al loro posto. Il capello secco, infatti, è spesso anche un capello fragile, danneggiato e quindi ribelle: esci di casa con una piega accettabile, e dopo pochi minuti la tua testa è già disordinata, crespa, impossibile da gestire.

Prima di consigliarti i rimedi alla secchezza del capello, proviamo a capire una cosa importante, e cioè: qual è la causa dei capelli secchi e ribelli?

Se hai i capelli secchi, è per uno di questi motivi interni o esterni

La causa del capello secco e crespo, di cui spesso soffrono i capelli ricci, può essere innanzitutto di tipo fisiologico: può essere che il tuo cuoio capelluto sia geneticamente predisposto a produrre meno sebo del normale, lasciando il tuo capello privo della sua necessaria e naturale protezione. Oppure, può essere che ti trovi in un periodo particolare della tua vita, un periodo in cui fattori come stress, sbalzi ormonali, cambi di stagione o alimentazione scorretta incidono sull’equilibrio della tua cute.

Molto più spesso, la causa è però di tipo esterno.

Ad esempio, capita che, a forza di trattamenti aggressivi – come tinta o decolorazione, permanente o lisciante, phon caldo o piastra bollente – i capelli vengano progressivamente privati della loro vitalità, riducendosi a una massa vuota, secca, crespa, opaca e sfibrata. Altre volte, invece, è semplicemente colpa dei prodotti sbagliati: uno shampoo troppo aggressivo o un conditioner di scarsa qualità possono togliere idratazione al capello e seccarlo come una piantina di basilico sotto il sole di agosto. Come rimediare, dunque?

4 rimedi consigliati dagli esperti

1.    Scegli i prodotti giusti e di alta qualità

Il primo modo consigliato per sistemare una chioma rovinata consiste nell’impostare una routine quotidiana specifica, cioè nutriente e idratante. I trattamenti di Kérastase, ad esempio, sono ottimi alleati: per ogni tipologia di capello – dal secco al crespo, dal grasso al fine, dal capello colorato a quello esposto al sole – e di cuoio capelluto (cute con problemi di forfora, cute secca, cute grassa, cute ipersensibile) c’è una linea di shampoo, balsamo, maschere e altri prodotti dedicati firmati Kérastase.

Per il capello secco, in particolare, ti consigliamo due linee Kérastase:

  • la linea Nutritive, ideata su tre differenti livelli di secchezza (bassa, media e intensa). La particolare formulazione permette agli ingredienti nutrienti di penetrare fino in fondo nella struttura capillare, proteggendo la fibra e rendendo il capello più bello, forte, luminoso e disciplinato.
  • la linea Discipline, per chiome davvero difficili da gestire. Il segreto qui è l’alta concentrazione di pro-creatina, una sostanza capace di idratare, ammorbidire e rendere i capelli più lucidi e setosi.
Rimedi per capelli secchi

2.    Lava con dolcezza e non troppo frequentemente

Veniamo al secondo consiglio che riguarda il lavaggio. Come lavare i capelli secchi e crespi? E ogni quanto? Partiamo dal quanto: cerca di non lavare i capelli tutti i giorni! Se, normalmente, il lavaggio quotidiano non ha controindicazioni, in caso di capelli secchi e crespi è invece meglio evitarlo, perché tende a seccare ancora di più la fibra capillare.

Riguardo al come, ti consigliamo di adoperare sempre estrema delicatezza, cioè:

  • usa un getto d’acqua tiepida, mai troppo calda perché il calore eccessivo aggredisce senza pietà un capello già sensibilizzato
  • massaggia cute e chioma con movimenti dolci, mai troppo vigorosi, per non causare anche stress meccanici
  • almeno per le prime 4 settimane, concludi il lavaggio con una buona maschera, da lasciare in posa qualche minuto
  • non frizionare con la salvietta! Limitati a tamponare la massa di capelli, sempre molto delicatamente, meglio se con una salvietta in microfibra (o una maglietta vecchia in cotone. È una tecnica presa in prestito dall’arcinoto curly girls method, il metodo di asciugatura anti-frizz per i capelli ricci).

3.    Asciuga i capelli con più attenzione

Procedi quindi con l’asciugatura. Ok a phon e piastre (se proprio non puoi farne a meno, perché è inverno e non puoi lasciarli asciugare al sole), ma con qualche accorgimento:

  • quando usi il phon, non tenerlo troppo vicino alla testa, mantieni una temperatura medio-calda e usa sempre il beccuccio (detto anche ugello o concentratore);
  • quando usi la piastra, applica sui capelli un termoprotettore, ossia un prodotto capace di creare un film protettivo sul fusto, impedendo al calore di rovinarlo e seccarlo ulteriormente.

4.    Modifica leggermente le tue abitudini

Come abbiamo detto, la secchezza del capello può anche essere causata da squilibri interni o dall’esposizione prolungata a un ambiente “ostile”. In questi casi, puoi abbinare i primi 3 consigli – uso di prodotti specifici come quelli di Kérastase, lavaggio dolce, asciugatura delicata – a piccoli cambiamenti nelle tue abitudini quotidiane.

Ad esempio:

  • chiedi consiglio al tuo medico per integrare la tua alimentazione con nutrienti che diano sostegno e supporto al capello – come zinco, selenio, rame, i complessi vitaminici del gruppo B (e in particolare la vitamina B6 e B8)
  • se vivi una città molto inquinata, proteggi i capelli quando ti muovi a piedi per le sue strade o quando fai sport all’aperto
  • limita l’utilizzo di riscaldamento/aria condizionata, quando possibile.

Con tutti questi piccoli accorgimenti, i tuoi capelli ritroveranno la loro energia e vitalità in poche settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *