Pelle mista, tutto quello che c’è da sapere

Che tipo di pelle ho? Sarà secca, grassa, oppure mista? Come fare per riconoscerla? A queste e a molte altre domande cercheremo di risponderti con l’articolo di seguito, per darti la possibilità di organizzare una beauty case con prodotti pelle mista.

Come riconoscere la pelle mista?

Molto spesso è difficile ricondurre la propria pelle a una sola tipologia. Per questo, la pelle mista è quella più difficile da riconoscere, perché può presentare contemporaneamente le caratteristiche sia della pelle grassa che di quella secca, a seconda delle diverse zone del viso. Naso e fronte potrebbero essere lucide e oleose ma presentare anche delle screpolature, allo stesso tempo potresti avere mento, fronte e naso lucide ma contorno occhi e guance secche e raggrinzite. Da questo si deduce che le principali problematiche legate alla pelle mista possono essere diverse. La prima è legata proprio alla “lucidità” della zona T, ossia di mento, naso e fronte. La seconda è la mancanza di elasticità, l’effetto “pelle che tira” nel caso di applicazione di prodotti per pelle grassa troppo aggressivi. La terza è la presenza di imperfezioni come brufoli, che appunto potrebbero affacciarsi anche su una pelle mista, oppure di punti neri e macchioline. Detto questo, come fare per trattare la pelle mista?

Quale la skincare routine quotidiana adatta alla pelle mista?

L’errore più frequente che si fa quando si ha una pelle mista è quello di pensare che ogni prodotto possa andare bene. L’aggettivo “mista”, infatti, induce erroneamente a pensare che, comprendendo un po’ tutto, questo tipo di pelle possa adattarsi a qualsiasi cosmetico. Nella realtà purtroppo, però, non è così. La pelle mista ha bisogno di attenzioni ancora più personalizzate, perché le diverse parti del viso potrebbero avere bisogno di cosmetici diversi. Ecco allora come potrebbe essere organizzata una skincare quotidiana pelle mista.

  • Si parte con la pulizia: una pelle ben detersa è una pelle capace di accogliere al meglio qualsiasi altro trattamento. Attenzione allora alla scelta del detergente per pelle mista: non deve essere aggressivo nei confronti della pelle, né disidratarla, perché anche una pelle grassa, con sebo in eccesso, ha bisogno di essere idratata! Prova un detergente alla calendula: elimina le impurità con delicatezza, aiutando a lenire la pelle, che risulterà così pulita, rinfrescata e rivitalizzata.
  • Crema viso: prova a utilizzare creme diverse a seconda della zona del viso con un prodotto specifico per la zona T e uno per guance e zigomi. Una crema che idrati a lungo senza lasciare l’effetto lucido ma che allo stesso tempo rinforzi la barriera cutanea.
  • Maschera viso: l’avocado, per esempio, offre tutta l’idratazione di cui la pelle ha bisogno. Una maschera viso con estratto di avocado, olio di avocado ed enotera nutre la pelle in profondità e la aiuta a trattenere la naturale idratazione.
  • Trattamento notte: affidati a un cosmetico che stimoli il naturale processo di rigenerazione della pelle senza appesantirla troppo.

Pelle mista e matura: che fare

Un discorso a parte merita la pelle mista matura. In questi casi non bisogna mai rinunciare a un ottimo siero, magari ricco di vitamina C per aumentare la luminosità della pelle, rassodarla e attenuare le linee sottili. Da applicare tassativamente mattina e sera dopo la normale detersione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.