Consiglio di carta: l’Eleganza del Riccio

1_L'ELEGANZA DEL RICCIO

Il consiglio di carta di oggi è molto prezioso e tanto delicato, fate attenzione a non sgualcirlo e tenetelo con voi, perché vi sarà utile tutte le volte che avrete voglia di cercare la bellezza, in tante sfumature diverse.

Vorrei condividere con voi uno di quei libri che restano e non se ne vanno più. Spesso mi ritrovo a sfogliarlo, a leggere qualche pagina ed ogni volta torna viva l’emozione della prima lettura, quella che non passa.

Un romanzo contro l’apparenza, un romanzo che invita il lettore a curiosare ed andare più in là. Due esistenze che agli occhi di tutti appaiono come si pensa debbano essere una bambina di dodici anni e una portinaia. Ma Paloma, bambina geniale, non vuole vivere più mentre Renée è una donna molto colta, che ama l’arte, la filosofia e ha molte passioni, tra cui quella per il Giappone.

2_L'ELEGANZA DEL RICCIO

I giorni passano nel condominio e le esistenze delle due protagoniste proseguono separate fino a quando arriva Kakuro Ozu.

Non scrivo altro perché questo romanzo, L’Eleganza del Riccio, è molto di più di una trama e di una storia ed è bello scoprirlo piano piano. Aggiungo solo che questo romanzo è meraviglioso per il modo in cui è impostato, per i titoli dei capitoli, per i riferimenti culturali che comprende, per la bellezza vera di Paloma e Renée, per il Giappone.

Io mi innamoro di questo libro ogni volta che ci penso. E auguro a chiunque abbia voglia di leggerlo che poi gli accada quello che accade a me.

[wp_ad_camp_1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.