Coco Rocha Style

Coco Rocha Style

Proprio quando pensavamo che l’era delle top-model si fosse conclusa con i tempi d’oro di Kate Moss, Naomi Campbell e molte altre, il mondo della moda ci spinge a ritornare sui nostri passi e a tener conto di personalità eccentriche, super presenti sugli schermi del fashion business e negli eventi più glam, dotate di un carisma degno di nota e di una bellezza non convenzionale ma che –non c’è dubbio- colpisce.

E’ il caso di Cara Delevingne, Gisele Bundchen e, naturalmente, Coco Rocha.
Magnetici occhi azzurri, lineamenti che guardano il contouring dall’alto in basso e un fisico da fare invidia, Coco si fa conoscere a partire dal 2006 sfilando per brand come Dolce&Gabbana, Marc Jacobs, Paco Rabanne, Prada, Louis Vuitton e molti altri, diventando per altro musa e amica di Zac Posen, che di lei dice “[…] le mie sfilate sono come delle performance, quasi dei balletti, e Coco è una ballerina per cui sa bene come valorizzarli. E’ una delle ragioni per cui è la mia musa, oltre al suo atteggiamento positivo ovviamente”.

Ma quando non fa l’indossatrice, qual è il Coco Rocha Style?
Studiando il suo stile, ci accorgiamo subito che la top-model sa come valorizzare la propria statura, le silhouette create dai suoi outfit sono difatti sempre slanciate, puntano a farla sembrare ancora più alta di quanto già non sia e vertono sul punk-rock. I colori sono sempre freddi, se non per qualche raro accessorio, e anche in fatto di gioielli è opportuno preferire i colori argentati rispetto a quelli dorati.

By day. Per quanto riguarda il bottom Coco predilige i pantaloni, meglio se skinny o in alternativa a palazzo; sono quindi ammessi perfino jeggins e leggins – a patto che ne copriate la parte superiore con una maglia oversize per evitare l’effetto “ho dimenticato i pantaloni a casa”! Una buona alternativa sono le gonne lunghe e le tute eleganti, entrambe da portare a vita alta, mentre per le trame non ci si discosta molto dal nero, che sia un total-black o un maculato o zebrato, difficilmente si verte su colori accesi.
Per il top sbizzarritevi: Coco ama indossare camicie a volte dal taglio serioso che sdrammatizza con bijoux grandi, scelta di stile che potete replicare anche optando per un comodo pullover impreziosito da un colletto-gioiello.  Troppo good-girl per voi? Osate di t-shirt allora, scegliete colori neutri e definite lo stile rock con una bella giacca avvitata o con un chiodo borchiato in pelle rigorosamente nera/grigia.
Riguardo alla scelta della borsa la regola è una: sempre a mano, che sia una clutch rigida, un borsello, una pochette plissettata o una pseudo-Chanel 2.55, non scegliete mai la tracolla.

By night. Anche in questo caso i colori restano freddi, in barba al “solito” stile da top model Coco non ama particolarmente le scollature vertiginose o le gambe troppo scoperte, i vestiti restano allora sul classico, le lunghezze si fermano a poco prima del ginocchio e spesso si usano tubini con linee ben definite raramente sostituiti da gonne a palloncino.

Coco Rocha Style

Trucco e parrucco. Con il viso che si ritrova, Coco può davvero permettersi qualunque tipo di taglio di capelli, ecco perché la vediamo spesso osare con caschetti sbarazzini, geometrici carrè e tinte in continua evoluzione, dal rosso accesso al nero corvino. Sono naturalmente ammessi anche i capelli lunghi, in questo caso è preferibile non cadere nella solita frangia laterale perché Coco è solita portare la riga al centro esatto della testa e cotonare le radici per dare più volume ed evitare l’effetto appiattito.

Coco Rocha Style

N. B. Usate la tonalità “Rubis Red” di L’Oréal Préférence per ottenere il look di Coco in modo facile ed economico.
Riguardo al make-up, il punto forte è sicuramente costituito dall’eyeliner che Coco usa in modo scenografico e correttivo (per allungare l’occhio), l’ombretto sulla palpebra mobile è spesso madreperlato e su toni generalmente nude, la palpebra superiore è invece messa molto in rilievo e ha profondità grazie a ombretti matt scuri sfumati nella piega, sulle labbra c’è infine ampia scelta, da un gloss nude fino a tonalità “esagerate”, dall’amaranto al rosso corallo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here